La Spezia: il mare e i musei

Museo Lia

Nel 1996 è stato inaugurato dal Ministro per i Beni Culturali il Museo Amedeo Lia, miracolosamente realizzato nel solo spazio di un anno per accogliere la collezione donata alla Spezia dall’ingegner Amedeo Lia.

La collezione comprende una grande varietà dì opere che documentano il gusto e la cultura dell’arte in Italia (ma non solo) dall’epoca classica, al tardo antico, al medioevo per finire all’età moderna.

Dipinti, miniature, sculture in bronzo, argento, rame, avorio, legno, vetri, maioliche, objets d’art di tutti i generi, reperti archeologici raccolti con passione ed acume nell’arco di mezzo secolo dall’industriale pugliese naturalizzato spezzino.

La raccolta costituisce un unicum per la qualità dei pezzi e per la finissima capacità di scelta operata dal collezionista, capacità tesa a costituire all’interno della vastità delle sezioni, nuclei omogenei ben definiti e di rara completezza.

Museo Navale

Il Museo Tecnico Navale, nato su richiesta della Marina Militare ed istituito nei primi anni del Novecento, ha sede nel centro della città della Spezia in Piazza Domenico Chiodo.

La struttura museale, ricchissima di reperti sulla storia della Marina italiana, ed articolata sui due piani dell’edificio, si trova inserita nel contesto architettonico dell’Arsenale militare e vi si accede da un ingresso situato alla sinistra della porta principale dell’Arsenale stesso.

Tra migliaia di reperti unici, il visitatore può ammirare una preziosa raccolta di polene, tra cui quella proveniente dalla fregata napoletana LA MINERVA, a bordo della quale, per ordine di Nelson, fu impiccato l’ammiraglio Francesco Caracciolo.